Stancioff, “Maria. Ritratto della Callas”

09_06_12_libri_ritrattodellacallas_tema

Quando ho ricevuto questo libro per il mio compleanno non sapevo che di lì a poco avrei cenato con l’autrice al termine di un’intera giornata passata al suo fianco, mentre lei, Nadia Stancioff, era impegnata in un evento promozionale del libro. Di ritorno all’hotel che l’ospitava, accettai il suo invito di farle compagnia per cena: lo feci con certo timore reverenziale e con l’imbarazzo di sapermi unico invitato. A tavola, la Stancioff mi raccontava aneddoti e storielle farcite di nomi tanto remoti quanto leggendari – Mastroianni, Fellini, Pasolini, Kennedy – e condivideva i suoi ricordi della Callas. Sedevo a tavola con chi a sua volta sedette a tavola con la Divina, e in qualche modo mi ero ormai persuaso che, nemmeno troppo indirettamente, avevo conosciuto, o meglio, conoscevo Maria Callas. A questo mi aveva preparato in qualche modo anche il suo libro: quella scrittura intima ed amichevole, spogliata dal mito che imporrebbe il soggetto, mi aveva reso partecipe di ricordi non più così lontani e non più inaccessibili. La Callas viene ritratta come donna, amica, amante e non come l’artista, il mito, tanto più che l’autrice la conobbe sul set della Medea pasoliniana, quando la sua carriera teatrale era quindi già tramontata.

Nel valutare un artista ho sempre ritenuto doveroso ignorarne aspetti personali come carattere, vizi e virtù, che come estimatore della sua arte non mi competevano: ho sempre adorato la Callas sebbene supponessi che Maria fosse una donna quanto meno difficile. Il ritratto sincero disegnato dalla Stancioff mi ha portato a provare un’autentica simpatia per la donna piuttosto che idolatria per l’icona, una donna che, una volta smessi i panni di una Norma o di una Violetta, viveva proprio come tutti il proprio dramma personale.
Seduto a quel tavolo insieme alla Stancioff, guardando la sedia vuota accanto alla mia, mi sarebbe venuto da chiederle: “Quando arriva Maria?”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: